MigrArti 2018

Nel 2018 Metropopolare è stata capofila di un progetto teatrale vincitore del Bando MigrArti – sezione Spettacolo, in partenariato con Coop. Pane e Rose Onlus.

 

Il progetto ha previsto un percorso di formazione teatrale destinato ad un gruppo integrato di cittadini, con particolare attenzione ai migranti e ai giovani di seconda generazione. Sono stati coinvolti un gruppo di richiedenti asilo ospitati dai servizi di accoglienza gestiti dalla Coop. Pane e Rose e un gruppo di studenti delle scuole secondarie di primo grado del Comune di Prato.

 

Il nucleo del laboratorio è un percorso teatrale a cui si affiancheranno professionisti della danza, del canto e della musica. Ogni attività sarà volta non solo alla conoscenza degli strumenti base delle diverse discipline artistiche ma anche alla creazione e alla produzione di elaborati – visivi, drammaturgici, performativi – che andranno a comporre il sistema organico dell’evento finale. 

Mostra fotografica

LA GRANDE FUGA

Teatro e carcere in Toscana
a cura di Teatro Metropopolare

 
in collaborazione con Coordinamento Teatro in carcere Regione Toscana


con il patrocinio del Ministero della Giustizia


con il sostegno di Regione Toscana e Comune di Prato


dal 6 al 12 novembre 2017


Saletta Campolmi, Via Puccetti 3, Prato

 

La mostra La grande fuga. Teatro e carcere in Toscana apre alla cittadinanza l’importante impegno delle associazioni che operano nelle carceri del territorio toscano, messe in rete e sostenute dal progetto Teatro in carcere della Regione Toscana. Al centro di questa esposizione l’appassionato ma troppo spesso invisibile lavoro che le compagnie e gli operatori svolgono negli istituti di pena toscani.
L’incontro tra operatori teatrali e detenuti ha consentito negli anni la realizzazione di numerosi percorsi laboratoriali che hanno condotto ad eventi aperti al pubblico, caratterizzati da una forte rilevanza artistica e insieme sociale.
Il coordinamento rappresenta un importante organismo di connessione tra le istituzioni, le realtà associative del territorio e le direzioni degli istituti di pena e include attualmente dodici realtà operative nelle carceri toscane.