MigrArti 2018

Metropopolare cura progetti destinati all’inclusione e all’integrazione. Nel 2018 è capofila di un progetto teatrale vincitore del Bando MigrArti – sezione Spettacolo, in partenariato con Coop. Pane e Rose Onlus.

 

Il progetto ha previsto un percorso di formazione teatrale destinato ad un gruppo integrato di cittadini, migranti e giovani di seconda generazione. In particolare sono stati coinvolti i richiedenti asilo ospitati dai servizi di accoglienza gestiti dalla Coop. Pane e Rose e gli studenti delle scuole secondarie di primo grado del Comune di Prato.

 

Il nucleo del laboratorio è un percorso teatrale a cui si sono affiancati professionisti della danza, del canto e della musica. Ogni attività è volta alla conoscenza degli strumenti base delle diverse discipline artistiche, ma anche alla creazione e alla produzione di elaborati – visivi, drammaturgici, performativi – che andranno a comporre il sistema organico dell’evento finale. 

Infine il progetto si è concluso nel Luglio 2019 con il debutto dello spettacolo Formidable.

Canto di Natale

Metropopolare festeggia il Natale aprendo alla città la propria residenza artistica negli spazi degli Ex Macelli di Prato e la residenza ideale all’interno della Casa Circondariale di Prato.
Per due giorni artisti del collettivo e attori-detenuti condivideranno con il pubblico testi, usanze, tradizioni e idiosincrasie legate a questo amato – e talvolta odiato – periodo dell’anno, fotografando il presente e provando a immaginare un Natale futuro.

 

regia Livia Gionfrida

con Robert da Ponte, Alessio Targioni, Giulia Aiazzi
scene Lorenzo Banci

organizzazione Francesca Nunziati

produzione Teatro Metropopolare
con il sostegno di Regione Toscana Progetto Teatro in carcere e del Comune di Prato

Educazione di genere

Metropopolare cura progetti di sensibilizzazione sul tema delle differenze di genere in chiave preventiva, culturale ed educativa. Nel 2018 entra a far parte della Rete di sostegno e protezione per il contrasto della violenza alle donne della Provincia di Prato. Come risultato di questo, si impegna attivamente nella lotta contro gli stereotipi di genere attraverso la creazione di spettacoli ed incontri.

 

Metropopolare ha realizzato:

  • Canto per la coscienza di genere / in collaborazione con il Coro Toscantando.
  • Non è successo niente / performance teatrale in collaborazione con Centro Antiviolenza La Nara  e Ass. Sedici presso i Cantieri Culturali Ex Macelli di Prato.

Mostra fotografica

LA GRANDE FUGA

Teatro e carcere in Toscana
a cura di Teatro Metropopolare

 
in collaborazione con Coordinamento Teatro in carcere Regione Toscana


con il patrocinio del Ministero della Giustizia


con il sostegno di Regione Toscana e Comune di Prato


dal 6 al 12 novembre 2017


Saletta Campolmi, Via Puccetti 3, Prato

 

La mostra La grande fuga. Teatro e carcere in Toscana apre alla cittadinanza l’importante impegno delle associazioni che operano nelle carceri del territorio toscano. Queste sono messe in rete e sostenute dal progetto Teatro in carcere della Regione Toscana.

Al centro di questa esposizione vi è l’appassionato ma troppo spesso invisibile lavoro che le compagnie e gli operatori svolgono negli istituti di pena toscani.
 In particolare l’incontro tra operatori teatrali e detenuti consente la realizzazione di numerosi percorsi laboratoriali che hanno condotto ad eventi aperti al pubblico, caratterizzati da una forte rilevanza artistica e sociale.
 Il coordinamento rappresenta quindi un importante organismo di connessione tra le istituzioni, le realtà associative e le direzioni degli istituti di pena. Attualmente inlcude dodici realtà operative nelle carceri toscane.